sei in: home -> il G.S.A. regionale   
torna alla home page fioretto - spada - sciabola

IL GRUPPO SCHERMISTICO ARBITRALE REGIONALE EMILIA-ROMAGNA


Allo scopo di dare un assetto organico al settore, gli Ufficiali di Gara, a qualunque categoria appartengano, sono raggruppati in un organismo definito Gruppo Schermistico Arbitrale (GSA), all'attivitĂ  del quale sovrintende un Comitato Direttivo, composto da 3 a 10 membri, di cui uno con funzione di Presidente, nominati dal Consiglio Federale.
Provvedono al funzionamento del GSA: il Segretario, il Comitato direttivo e i Delegati regionali. Ma, mentre ai primi due organismi sono demandate principalmente tutte le attivitĂ  a scala nazionale ed internazionale, il Delegato regionale si occupa principalmente delle attivitĂ  di tipo regionale o interregionale.

DELEGATO REGIONALE GRUPPO SCHERMISTICO ARBITRALE
Riccardo Schiavina
Riccardo Schiavina telefono: 345 9380052
e-mail: gsaemiliaromagna@gmail.com
societĂ : Accademia "Bernardi", Ferrara
Il Delegato GSA regionale viene nominato annualmente dal Consiglio Federale sentiti la Commissione Arbitrale e l'Organo regionale competente. Oltre a tutta una serie di adempimenti burocratici sui quali non intendiamo entrare nel dettaglio (vedi eventualmente il Regolamento Organico), il suo compito specifico Ă© convocare, per iscritto, il Direttore di Torneo, gli Arbitri, gli Aspiranti Arbitri e gli addetti ai computer, nel rispetto dei criteri di merito, turnazione e del numero degli iscritti alle gare zonali, interregionali e regionali che si svolgono nel territorio di competenza.
Il Delegato GSA non fa quindi parte del Comitato regionale, ma è di fondamentale importanza per lo svolgimento delle sue attività, collaborando in particolare alla stesura del calendario gare, alla programmazione delle spese relative all'attività arbitrale e all'organizzazione delle singole gare.

UFFICIALI DI GARA

DIRETTORI DI TORNEO
Iris Gardini Iris Gardini,
SocietĂ : C.S. Imola

ASPIRANTI DIRETTORI DI TORNEO
miniatura della foto di Francesco Maria Scisciolo Francesco Maria Scisciolo,
SocietĂ : S.E.F. Virtus Scherma, Bologna

ADDETTI AL COMPUTER
miniatura della foto di Giulia Boni Giulia Boni,
SocietĂ : C.S. Imola

foto non disponibile Francesco Corsini,
SocietĂ : Pentamodena Scherma

miniatura della foto di Chiara De Franchis Chiara De Franchis,
SocietĂ : Modena Scherma A.S.D.

miniatura della foto di Luca Lusuardi Luca Lusuardi,
SocietĂ : Zinella Scherma S.Lazzaro di S. (BO)

miniatura della foto di Massimo Saretta Massimo Saretta,
SocietĂ : Zinella Scherma S.Lazzaro di S. (BO)


ARBITRI NAZIONALI
foto non disponibile Gabriele Lombardi,
SocietĂ : C.S. Imola
fioretto P spada P sciabola P

foto non disponibile Federico Saladini Pilastri,
SocietĂ : S.E.F. Virtus Scherma, Bologna
fioretto spada sciabola

miniatura della foto di Giulia Sarzani Giulia Sarzani,
SocietĂ : Zinella Scherma, San Lazzaro (BO)
fioretto spada  

miniatura della foto di Riccardo Schiavina Riccardo Schiavina,
SocietĂ : Accademia "Bernardi", Ferrara
fioretto spada  

miniatura della foto di Francesco Maria Scisciolo Francesco Maria Scisciolo,
SocietĂ : S.E.F. Virtus Scherma, Bologna
fioretto spada sciabola


ASPIRANTI ARBITRI
 abilitazione arma
foto non disponibile Francesco Bodria,
SocietĂ : Scherma La Farnesiana Parma
  spada sciabola

foto non disponibile Stefania Doina Buca,
SocietĂ : C. S. Imola
fioretto spada  

foto non disponibile Michele Carroli,
SocietĂ : Circolo G. Placci Faenza
  spada

foto non disponibile Diego D'Urso,
SocietĂ : S.E.F. Virtus Scherma, Bologna
  spada sciabola

foto non disponibile Alexei Efrosinin,
SocietĂ : Circolo Schermistico Forlivese
  spada

foto non disponibile Giorgio Flora,
SocietĂ : Pentamodena A.S.D.
  spada

foto non disponibile Alessandro Lepore,
SocietĂ : S.E.F. Virtus Scherma, Bologna
  spada sciabola

foto non disponibile Gianmarco Macchioni,
SocietĂ : Pentamodena A.S.D.
  spada

foto non disponibile Sofia Melega,
SocietĂ : Accademia "Bernardi", Ferrara
fioretto spada  

foto non disponibile Federico Pelli,
SocietĂ : CUS Bologna
fioretto P spada P  

foto non disponibile Giovanni Pelli,
SocietĂ : CUS Bologna
fioretto spada

foto non disponibile Matteo Sgubbi,
SocietĂ : Circolo Schermistico Forlivese
  spada  

foto non disponibile Valeria Spazzoli,
SocietĂ : Circolo Schermistico Forlivese
  spada  



 
Le figure appartenenti al gruppo egli ufficiali di gara sono sostanzialmente tre: La FIS si avvale dei Direttori di torneo per assicurare la regolare effettuazione delle manifestazioni agonistiche. Essi svolgono la funzione di dirigere le attivitĂ  di tutti coloro che a vario titolo, arbitri, organizzatori, computeristi, tecnici delle armi, medici, cartellonisti, ecc. sono convocati dalla FIS per ogni specifica competizione.
Per ricoprire la carica di Direttore di Torneo è necessario avere compiuto il 25° anno di età e superare un apposito corso indetto dalla FIS. I Direttori di Torneo sono valutati direttamente da una Commissione all'uopo designata dal Consiglio Federale, che redige un apposito Albo di Direttori di Torneo distinti in Internazionali, Nazionali e Zonali/Regionali. Questo Albo, sottoposto all'approvazione del Consiglio Federale, è aggiornato su base annuale.
In sede regionale, la nomina dei Direttori di Torneo, tra i soggetti che presentano sufficienti requisiti di esperienza, e la designazione della Direzione di Torneo spettano al Comitato regionale (o all'organo territorialmente competente nelle Regioni ove non esista il Comitato).
Il Delegato Regionale del GSA può ricoprire solo eccezionalmente la funzione di Direttore di Torneo in sede locale e non può, così come il Direttore di Torneo, svolgere attività arbitrale.

Le Direzioni di Torneo si avvalgono di computeristi inclusi in apposito elenco e designati dal GSA per la gestione informatica delle manifestazioni agonistiche; essi rispondono alla Direzione di Torneo.
I computeristi sono tesserati FIS con particolare conoscenza dei regolamenti, che hanno superato l'esame di idoneitĂ  tecnica nell'uso di computer. Essi sono a tutti gli effetti Ufficiali di Gara e non possono pertanto partecipare alle gare in cui operano.

Gli Arbitri si dividono in:
  1. Arbitri Internazionali (riconosciuti dalla FIE);
  2. Arbitri Nazionali;
  3. Aspiranti Arbitri, iscritti come praticanti in un apposito elenco regionale.
Viene definito Arbitro - ai sensi della norma statutaria - quel soggetto, di etĂ  compresa tra i 18 e i 59 anni, tesserato alla FIS direttamente ed inserito in apposito Albo Federale, previo superamento dell'apposito esame.
Per potere sostenere l'esame di abilitazione è necessario di norma avere svolto con profitto per almeno due anni il ruolo di aspirante arbitro.
L'inserimento nell'Albo Arbitrale ha validitĂ  annuale. La verifica dell'idoneitĂ  (valutazione dell'operato, permanenza dei requisiti, intervento di eventuali dimissioni o radiazioni, presenza ad almeno due gare all'anno nell'ultimo biennio) e l'eventuale conferma dell'inserimento nell'Albo spettano al il Comitato direttivo arbitrale.
Gli Arbitri iscritti all'Albo da almeno quattro anni hanno la possibilità di sostenere gli esami indetti dalla Federazione Internazionale di Scherma per l'acquisizione della qualifica di Arbitro Internazionale categoria B e, successivamente, di categoria A. La partecipazione a detti esami è regolata dalle norme contenute nel regolamento amministrativo della FIE. Un discorso a parte va fatto per l'Aspirante Arbitro, di fatto un tesserato alla Federazione per il tramite di una società affiliata che sia stato autorizzato a svolgere un'attività temporanea di praticantato nel settore arbitrale. Per accedere al ruolo è necessario che, su proposta del Delegato Regionale del G.S.A. il tesserato che ne faccia richiesta venga invitato a sostenere un esame teorico e pratico alla presenza di un membro della Commissione Arbitrale all'uopo designato. Una volta superato l'esame il tesserato acquisisce la qualifica di Aspirante Arbitro e viene inserito in un apposito elenco regionale, rivisto annualmente.
L'Aspirante Arbitro non ha incompatibilità statutarie; gli è soltanto preclusa la possibilità di essere contemporaneamente atleta nello stesso torneo. Si può ricoprire il ruolo per una durata non superiore a 5 anni.
L'Aspirante Arbitro può operare, senza limitazioni nelle gare regionali, nelle gare interregionali e nelle gare nazionali under 14.